Le trombette di morto sono questi funghi dal nome e dall’aspetto un po’ inquietante.

Il loro nome sarebbe “craterellus cornucopioides” ma comunemente si chiamano trombette di morto perché nascono intorno ai primi di novembre quando appunto si ricordano gli estinti…
Io li ho essiccati, perché Andrea il mio amico benzinaio, dal quale mi fermo sempre dopo ogni raccolta per aver la sicurezza di aver preso solo funghi mangerecci (c’è chi si ferma all’ufficio micologico… io mi fermo dal benzinaio), m’ha detto che sono ottimi essiccati e frantumati su una scaloppina, su un sugo di carne o sull’ovino affrittellato.
Essiccati diventano un trentesimo rispetto a quando son freschi. Questi pochini erano un cestino.