Il porkolt è una ricetta tradizionale della Polonia, e dell’Ungheria, che viene preparato nelle occasioni importanti, o anche solo per il pranzo domenicale. Si tratta di uno spezzatino di carne stufato e si può preparare sia di manzo, che di maiale, vitello od agnello.

Ingredienti:

  • gr. 600 di vitella (va benissimo anche il vitellone da spezzatino)
  • gr. 30 di paprika dolce,
  • 2 cipolle,
  • 1 peperone verde,
  • 2 pomodori,
  • olio d’oliva,
  • brodo vegetale,
  • sale e pepe.

Preparazione:

Tagliate la carne a dadi di circa cm. 3 per lato.

Fate scaldare in una padella l’olio (la ricetta originale dice di usare gr. 100 di strutto, io ho usato l’olio d’oliva) e fatevi imbiondire le cipolle tagliate a fette. Spegnete e fatelo raffreddare un po’.

Quando è freddino aggiungete la paprika e mescolare. Io ho aggiunto anche un mezzo romaiolo di brodo altrimenti mi s’appallava tutto… Vi verrà un intruglio dall’aspetto ben poco invitante…

Aggiungere la carne, salate e riaccendete la fiamma al minimo. Dorate la carne, aggiungete un bicchiere di brodo e coprite cuocendo per una mezz’oretta a fuoco basso.

Nel frattempo sbollentate i pomodori, toglietegli la buccia e fateli a dadini eliminando i semi e fate lo stesso con il peperone. Aggiungere alla carne insieme ad un po’ di pepe e continuate a cuocere coperto per circa 30 minuti. Se dovesse asciugarsi troppo aggiungete un paio di cucchiai di brodo.

Si serve accompagnato a patate bollite ed a riso pilaf (che secondo me ci sta meglio delle patate…).