La pasta choux è un impasto di origine francese che viene utilizzato sia per farciture dolci e salate. Con la pasta choux si ottengono bigne, zeppole, profitteroles da riempire con crema pasticcera e lo spettacolare crochembouche che prima o poi voglio provare a fare…

Queste dosi sono abbondanti. La ricetta è quella che mi hanno dato al corso di pasticceria. Ma potete facilmente ridurre le dosi.

Ingredienti:

  • n. 6 uova,
  • gr. 250 di acqua,
  • gr. 150 di burro,
  • gr. 200 di farina 00,
  • sale.

Preparazione:

Bollire l’acqua insieme al burro in una casseruola, poi togliere dal fuoco e versare la farina setacciata tutta in un colpo e mescolare bene con un mestolo di legno o con una spatola.

Cuocere a fuoco basso per circa 5 minuti continuando a mescolare fino a che non si stacca la patina formatasi sul fondo della casseruola.

Togliere da fuoco e versare in una ciotola e fate raffreddare.

Appena l’impasto ha perso di calore iniziate ad amalgamarci le uova.

Attenzione! Vanno aggiunte una per volta. Questo è importante. Quando l’impasto avrà inglobato un’uovo allora di aggiunge l’altro.

Quanto l’impasto avrà raggiunto una consistenza soda e liscia, è pronto.

A questo punto deve essere versato nella sac a poche.

E qui viene il bello, almeno per me. La sac a poche m’ha sempre dato un po’ di terrore. Però per una buona riuscita, al corso ci hanno insegnato a tenerla in obliquo, strizzarla fino a che non è uscita la quantità di impasto desiderata, e tirare su di colpo. Poi, abbassate la punta (sennò in cottura si brucia e poi devono essere tondi) con la punta del dito bagnata con acqua.

Poi cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti.

Ecco che, una volta freddata, la pasta choux è pronta per essere farcita.