Ecco la storia degli Orestini alla farina di riso.

Visto che oggi sono in ferie e stasera ci son le prove alla mitica Oreste Carlini per provare i pezzi da suonare per il matrimonio del nostro maestro Andrea ho deciso di utilizzare la farina di riso che avevo comprato tempo fa. Cercando tra le varie ricette, ho trovato questa che sembrava la migliore per il suo utilizzo.

Ingredienti:

  • Gr. 400 di farina di riso,
  • gr. 150 di burro,
  • 2 uova,
  • gr. 120 di zucchero semolato,
  • la scorza di un limone grattugiata,
  • un pizzico di sale,
  • cacao in polvere e zucchero al velo per spolverare.

Preparazione:

Dopo aver sbattuto le uova intere (tipo frittata per intendersi) aggiungere lo zucchero semolato e amalgamare.
Aggiungere un pizzico di sale, la scorza del limone grattata e la farina di riso.
Impastare bene prima nella ciotola e poi con le mani sul piano di lavoro fino a che non diventerà liscio e ben amalgamato.
Dopodiché formate dei cordoni con il diametro non più di due cm. e avvolgeteli uno per uno nella pellicola trasparente.

I cordoni non saranno semplici da fare come se aveste utilizzato la farina normale, perché la farina di riso è finissima e non sta facilmente insieme.
Poi lasciate in frigo i cordoni per almeno mezz’ora. Io ce l’ho lasciati tutta la notte.
Trascorso il tempo, togliete la pellicola, mettete i cordoni sul piano di lavoro, spolverizzateli con zucchero a velo e cacao, e tagliate i cordoni a pezzetti di circa cm. 1,5 (tipo degli gnocchetti).

Mettete poi gli orestini alla farina di riso in forno già caldo a 180° per circa 10-15 minuti.