Il Ciuppìn ligure, è il tipico passato di pesce che veniva preparato dai pescatori sulle loro barche con i pesci meno pregiati e con quelli che, rimanendo impigliati nelle reti, non erano vendibili perché sciupati.

Ingredienti per 6 persone:

  • kg. 1,5 pesce bianco misto;
  • odori (cipolla, aglio, sedano, carota, prezzemolo);
  • 4 filetti di acciuga sottosale;
  • 1 bicchiere di vino bianco;
  • gr. 400 pomodori pelati;
  • olio d’oliva;
  • sale e pepe;
  • 6 fette di pane casereccio.

Preparazione:

Tritate finemente tutti gli odori e rosolate dolcemente, con 8 cucchiai d’olio e i filetti d’acciuga, in un ampio tegame (tipico era l’uso del coccio). Appena accenna a prendere colore, unite il vino e fatelo rosolare.
Aggiungete i pomodori, salate, pepate e lasciate cuocere adagio per circa 20 minuti, mescolando spesso.

Unite infine il pesce ben pulito e fatto a pezzi, poi cuocere piano finché comincia a disfarsi; se necessario, bagnate con poca acqua bollente.
Togliete le lische e passate il tutto al setaccio o al passaverdure. Raccogliete il passato (molto liquido) così ottenuto nel tegame, aggiustate di sale e pepe; fatelo ritirare (il ciuppìn deve avere una consistenza tipo vellutata).

Servite il ciuppìn ligure caldo su fettine di pane abbrustolito.