Il castagnaccio è un dolce della tradizione toscana. Un tempo veniva chiamato migliaccio di farina dolce. C’è che ci mette sopra i pinoli, le noci, l’uvetta, chi la ricotta nell’impasto. Addirittura il lievito. Questa è una ricetta tradizionale. L’importante è non farlo troppo alto.

Ingredienti:

  • gr. 400 di farina di castagne,
  • circa mezzo litro d’acqua,
  • uvetta,
  • pinoli,
  • olio d’oliva,
  • sale,
  • rosmarino,
  • scorza d’arancia o di limone.

Preparazione:

Prendete la farina e aggiungere l’acqua e il sale. (C’è chi ci mette lo zucchero, ma la farina che avevo io mi era stata portata direttamente dalla mia collega Sonia che abita in un paesino sulla montagna pistoiese e le castagne son quelle della sua selva…). Amalgamare bene in modo che non rimangano grumi.

Poi aggiungere la scorza d’arancia o di limone e un paio di cucchiai d’olio e far riposare un ora circa.

Poi scaldare in un po’ olio un rametto di rosmarino.

Prendere l’impasto e mescolare l’uvetta. Se la lasciate sopra brucia… come è successo a me….

Mettere l’impasto in una teglia oliata con sopra i pinoli e il rosmarino con il suo olio.

Mettere in forno a circa 180 gradi fino a che la superficie inizia a screpolarsi. Ecco che il castagnaccio è pronto.